Ricette facili

Ricette con olio

Bruschetta caprese
Bruschetta caprese

La bruschetta caprese è una tipica bontà partenopea, preparata con pane di grano duro tagliato a fette e abbrustolito, sul quale, dopo essere stato strofinato dell’aglio, vengono adagiati pezzetti di mozzarella di bufala, pomodorini ciliegino, basilico, origano, olive nere intere (meglio se di Gaeta), sale e olio extravergine di oliva.La bruschetta caprese è una delizia tutta mediterranea, che può fungere da sostanzioso antipasto, ma anche da secondo piatto fresco e veloce.

Burger buns (panini da burger)
Burger buns (panini da burger)

Cosa sarebbero gli hamburger senza il panino morbido e dolce che li racchiude? In questa ricetta vi mostriamo come preparare in casa i burger buns, i panini dolci morbidi farciti in superficie con i semi di sesamo che identificano l’hamburgher, così come è conosciuto ovunque. In principio ad accompagnare la “polpetta di carne” più famosa del mondo erano due fette di pane di segale tostate, il patty melt, diffuso ancora oggi nelle antiche caffetterie americane, la nascita del panino mordido dolce, il bun, è incerta. Pare che fu Oscar Bilby di Tulsa in Oklaoma nel 1891 a servire il primo hamburger su un panino dolce preparato dalla moglie, e da allora questo pane è diventato ingrediente essenziale del vero hamburger. Un’altra versione della storia legata ai burger bun vuole che l’origine di questi deliziosi panini sia nel 1916 quando a Whichita, nel Kansas, Walter Anderson sostituì le fette di pane di segale con il panino che conosciamo anche oggi. Ora il burger buns è diffusissimo e si trova praticamente sugli scaffali di tutti i supermercati, ma prepararlo in casa è tutta una grande soddisfazione sia personale che di gusto!

Caccavelle alla sorrentina
Caccavelle alla sorrentina

Le caccavelle alla sorrentina sono un saporitissimo primo piatto, tipico della Campania, che viene preparato utilizzando appunto la caccavella, ovvero un tipo di pasta a forma di conchiglione dentro al quale verrà inserito il ripieno di salsa di pomorodo, mozzarella, carne trita e ricotta. La ricetta delle caccavelle alla sorrentina è un piatto molto sostanzioso e gustoso al quale potrete aggiungere anche altri ingredienti per arricchirlo e renderlo ancora piu' buono in base ai vostri gusti personali. Le caccavelle alla sorrentina piaceranno anche ai vostri bambini, che di fronte alla mozzarela filante non sapranno dire di no!Utilizzando la mozzarella di bufala utilizzatela per il ripieno della caccavella alla sorrentina che in questo modo sarà ancora più buona.

Calamarata
Calamarata

La calamarata è un tipico primo piatto partenopeo a base di calamari, formato da un originale formato di pasta che, per le sembianze, assomiglia a degli anelli di calamari.Il sugo di accompagnamento della calamarata è molto semplice e richiama i sapori mediterranei: pomodorini, aglio, prezzemolo e peperoncino. I calamari non vanno cotti a lungo, per evitare che risultino gommosi o troppo duri; infatti mentre li cuocete, potete già lessare la pasta, in modo che le due preparazioni siano pronte contemporaneamente! Per rendere questo primo piatto più scenografico, vi suggeriamo di terminare la cottura per pochi minuti in forno al cartoccio: potrete poi servire la calamarata direttamente nelle graziose "caramelle" di carta da  forno! Se avete difficoltà a trovare la pasta calamarata, potete sostiturla con i paccheri o le mezzemaniche, molto simili come formato!

Calamari all'aglio e profumo di limone
Calamari all'aglio e profumo di limone

I calamari all'aglio e profumo di limone sono una preparazione di facile e veloce realizzazione, e un secondo piatto molto gradevole, leggero e di sicuro successo per chi gradisce questo tipo di pesce e desidera gustarlo non solo fritto, ma accompagnato da un aromatico e gustoso sughetto. Vi suggeriamo di prepararlo in vista della Festa della donna, poiché; il suo colore, inondato dal giallo del limone, ricorda la mimosa.

Calamari in umido
Calamari in umido

Con i calamari in umido preparerete un gustoso secondo piatto che vuol essere una valida alternativa al solito fritto di pesce.La ricetta dei calamari in umido prevede l’uso di pomodoro che formerà un saporito fondo di cottura nel quale intingere il pane. Provate questa semplice e veloce ricetta!

Cannelloni
Cannelloni

I cannelloni rappresentano una ricetta classica di pasta fresca ripiena tipica dell’Emilia Romagna ma preparati in tutto il nostro paese con diverse varianti presenti non solo da regione a regione ma addirittura di casa in casa.I cannelloni sono un primo piatto molto delicato e saporito che piacerà sicuramente anche ai vostri bambini.I cannelloni che vi proponiamo sono farciti con della carne, che ovviamente può essere sostituita con una grande varietà di altri ripieni in base ai vostri gusti personali e a quella dei vostri commensali

Capesante gratinate
Capesante gratinate

Le capesante gratinate sono una ricetta appartenente soprattutto alla tradizione natalizia e rappresentano un piatto molto semplice da preparare ma allo stesso tempo molto originale e saporito.Possono essere servite come  antipasto per una cena importante o, come abbiamo già detto, per il cenone di Natale o Capodanno, dove si va alla ricerca di piatti un po’ particolari e diversi dal solito.

Caponata
Caponata

La caponata è un noto piatto siciliano, molto usato nelle feste natalizie, composto da verdure fritte e condite con salsa agrodolce; esiste una ricetta base e molte varianti, con nomi leggermente diversi, come ad esempio la “caponatina”, che è simile alla caponata negli ingredienti, ma diversa nella preparazione; non è agrodolce, ed assomiglia di più ad una parmigiana. L’origine del nome caponata, è incerta: secondo alcuni sarebbe una parola di derivazione catalana, ricetta che prevedeva tra gli ingredienti dei pesci, tra i quali il “pesce capone” e molluschi come il polpo, ed è successivamente entrata nella tradizione regionale come piatto povero con le verdure al posto del pesce; altra attinenza con la Spagna la troviamo con la parola “capon”, che era un biscotto consumato dai marinai spagnoli. Secondo altri il nome caponata discenderebbe dal termine marinaro “cappone”, cioè grosso paranco o dal termine latino cauponae, ovvero il nome delle taverne romane dove certamente questo piatto era sempre pronto per essere servito. Una cosa è certa: in antichità la caponata era molto diversa da quella che conosciamo oggi; infatti, fino al Seicento non si conosceva la melanzana, mentre il sedano, conosciuto fin dall'antichità, non veniva usato in cucina ma solo a scopo decorativo.

Cappone tartufato
Cappone tartufato

Il cappone tartufato è una ricetta tradizionale e originariadella gastronomia Toscana, soprattutto della città di Firenze.Piatto particolarmente indicato per il periodo natalizio, il cappone tartufato è stato menzionato persino nel libro per eccellenza della cucina Italiana, “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, del patriarca del mangiar bene, Pellegrino Artusi, che ne esalta la bontà e al contempo la semplicità.Sicuramente l’ingrediente principe di questa ricetta, oltre al cappone, è il tartufo bianco che conferisce alla ricetta una certa raffinatezza mista ad un sapore particolare proprio del tartufo sulla carne.

Capretto alla marchigiana
Capretto alla marchigiana

Il capretto alla marchigiana è un secondo piatto sfizioso, formato da piccoli bocconcini di capretto avvolti in fettine di pancetta, prodotto tipico della regione insieme a molti altri insaccati, insaporiti da erbe aromatiche e spruzzati con del vino bianco. La cottura del capretto avviene al forno e per finire si prepara una salsa di accompagnamento con il fondo di cottura e del Marsala fine; una vera prelibatezza per buongustai.

Carbonade alla fiamminga
Carbonade alla fiamminga

La carbonade alla fiamminga è un robusto secondo piatto tipico del Belgio a base di carne di manzo (anticamente si utilizzava il cinghiale) tagliato a pezzetti; una sorta di spezzatino cotto molto lentamente nella birra belga e arricchito con cipolle e aromi. Per preparare la carbonade scegliete della carne di manzo piuttosto magra come la noce, lo scamone, il reale, la polpa di spalla o il sottospalla.

Carciofi alla giudia
Carciofi alla giudia

I carciofi alla giudia sono un tipico contorno della gastronomia Laziale, in particolar modo della città di Roma, dove questo piatto è stato inventato.I carciofi alla giudia sono un piatto classico, molto semplice da preparare ma allo stesso tempo capace di esaltare l'aroma e il sapore di questo ortaggio.La storia di questo piatto ci riporta indietro nel tempo e nello spazio, nel ghetto ebraico di Roma.Qui, le massaie ebree, utilizzando la "mammola" romana, ovvero il carciofo tipico del Lazio, preparavano questo piatto semplice ma gustoso che veniva mangiato in particolar modo nel periodo della ricorrenza di Kippur.Kippur, chiamata anche festa dell'espiazione, è un giorno di digiuno totale, in cui ci si astiene dal mangiare, dal bere e da qualsiasi lavoro o divertimento e ci si dedica solo al raccoglimento e alla preghiera.Dopo avere passato 24 ore di digiuno, gli ebrei solitamente mangiavano i carciofi che per questo motivo furono chiamati "alla giudia".

Carciofi fritti alla senape
Carciofi fritti alla senape

Con i carciofi fritti alla senape potete realizzare un contorno (o secondo piatto) sfizioso e molto gustoso, dalla preparazione davvero semplice e veloce, che consiste nell’intingere i cuori di carciofo in una saporita pastella aromatizzata alla senape e prezzemolo, per poi friggerli in abbondante olio caldo.Se non avete tempo o voglia di pulire i carciofi, potete procurarvi dei cuori di carciofo surgelati, già puliti e pronti per l’uso.

Carciofi trifolati
Carciofi trifolati

I carciofi trifolati rappresentano una ricetta classica, appetitosa e assolutamente semplice nella preparazione: l’unico neo sta nella pulizia dei carciofi stessi, che non è difficile, ma scomoda e noiosa.Molto saporita come preparazione, i carciofi trifolati, si prestano ad essere un gustoso accompagnamento di piatti di carne o di pesce, oppure, per i vegetariani, può essere un piatto unico e sostanzioso, anche grazie alle proprietà nutritive dei carciofi stessi, ricchi di ferro.

Cardi in umido
Cardi in umido

I cardi in umido sono un secondo piatto originale e gustoso che dimostrano quanto il cardo possa essere versatile in cucina. In questa ricetta i cardi vengono insaporiti dalla pancetta e dalla passata di pomodoro. I cardi in umido sono una squisitezza per il palato che stupirà i vostri ospiti; il sapore di questo secondo piatto sarà valorizzato ancora di più dall'utilizzo delle spezie come la cannella  e il timo che renderanno i cardi in umido un secondo piatto davvero speciale.

Carne alla pizzaiola
Carne alla pizzaiola

La carne alla pizzaiola consiste in un secondo piatto semplice e veloce da realizzare, molto gustoso perché formato da fettine di carne cotte nel pomodoro e insaporite con prezzemolo e origano. La carne alla pizzaiola può sicuramente piacere anche ai bambini che non mancheranno certamente di fare la classica “scarpetta” col saporito sughetto di accompagnamento! A tal proposito vi invito ad accompagnare questa pietanza con del riso pilaf, del purè o delle patate arrosto, oppure del cous cous per ottenere un ottimo piatto unico.

Carote agrodolci
Carote agrodolci

Le carote agrodolci sono una conserva saporita e semplice, un salva cena ideale nei momenti di premura o di mancanza di ingredienti non saprete che contorno abbinare alla pietanza da voi preparata. Ottime nelle insalate di verdura ma anche in quelle di pasta e di riso, sono indicate se abbinate ai piselli, e si riveleranno un contorno comodo e saporito, ma soprattutto un po’ inusuale!

Carotine al miele
Carotine al miele

Le carotine al miele sono un contorno vegetariano dal particolare sapore agrodolce e  sono davvero semplici da preparare. Le carotine al miele sono preparate con carote baby, cotte al forno e insaporite da un mix di miele millefiori e aceto di vino, che conferisce un sapore agrodolce alla preparazione; al termine della cottura vengono poi arricchite con croccanti mandorle affettate e con una abbondante macinata di pepe nero.Le carotine al miele sono l'accompagnamento ideale  per un piatto di carne o pesce e verranno sicuramente apprezzate anche dai vostri bambini!

Carpaccio di pesce spada con salsa verde alla senape
Carpaccio di pesce spada con salsa verde alla senape

Il carpaccio di pesce spada con salsa verde alla senape è un secondo piatto fresco, leggero e sfizioso, adatto alle calde serate estive.La salsa verde alla senape con la quale viene accompagnato, è ottenuta con olio, prezzemolo, pinoli, aceto e senape all’antica che, con i suoi semini interi e croccanti, rende questo condimento particolarmente saporito e adatto ad accompagnare la carne del pesce spada, dal gusto naturale non troppo pronunciato.

Ricette trovate: 156

1 [2] 3 4 5 6 7 8